Un, due, tre .. maggio 2015 la banda Musicale S. Lorenzo e Dorsino è stata ospite presso la Banda Ponte sull' Aniene in provincia di Roma.

Nei mesi antecedenti l'uscita fervevano i “preparativi”; infatti il maestro Paolo Filosi, sempre attento a preparare al meglio i suoi bandisti, si è prodigato in ulteriori prove d'insieme e prove di marcia in quel di Promeghin a San Lorenzo in Banale.

La presidente Mariagrazia Bosetti ha organizzato lo scambio, frutto dell’incontro l’anno scorso al Festival “Suonare in montagna” in Carinzia (Austria), con il massimo impegno affinché il nostro viaggio risultasse oltre che musicale  anche turistico culturale.

Arrivato il primo maggio partenza all'alba con sosta presso la città di Orvieto. Qui abbiamo visitato il centro storico con il suo meraviglioso Duomo dedicato a Santa Maria Assunta, capolavoro di arte gotica. Siamo poi scesi dalla duplice scala elicoidale in fondo al famoso Pozzo di S. Patrizio.

In serata abbiamo ricevuto un'accoglienza super calorosa dal Complesso bandistico S. Cecilia di Anticoli Corrado e dal Complesso G. Rossini  di Roviano che insieme formano la Banda di Ponte sull'Aniene. Sono due piccoli borghi, molto caratteristici, situati sulle colline romane, nella valle dell’Aniene.

Ci attendeva una squisita cena, organizzata dai bandisti, con specialità locali e della tradizione del primo maggio e con un buffet di dolci degno di un ristorante stellato. Sui dolci erano rappresentati strumenti musicali, fiori … e una bellissima scritta “La musica unisce...” e relativo pentagramma. Questo è lo slogan della manifestazione a cui abbiamo partecipato.

L'indomani visita guidata al borgo di Roviano e al suo castello, dove abbiamo pranzato in allegria.

Ed ecco giunto il pomeriggio... tutti eravamo pronti per la kermesse bandistica “La musica unisce i popoli” 2^ edizione. Presenti nella piazza di Anticoli vi erano 5 bande provenienti dai paesi limitrofi e noi Banda musicale  di S. Lorenzo Dorsino e la banda ospitante. Ogni banda suonava diffondendo ritmi e marce per le vie e la piazza  del paese coinvolgendo i numerosi spettatori presenti. Alla fine una marcia e l’inno d’Italia tutti assieme. Siamo stati molto apprezzati e numerosi i complimenti per il nostro look: la nostra divisa giudicariese ricostruita su documentazione storica.

Il tempo scorre velocemente e il terzo giorno, accompagnati da alcuni bandisti della banda ospitante, siamo andati nella vicina Tivoli a visitare la meravigliosa Villa d'Este, patrimonio dell'Unesco, con le sue stupende sale affrescate e i suoi giardini con numerose fontane e zampilli d'acqua, capolavoro del rinascimento.

Baci ed abbracci ed è già ora di rientro. Attendiamo ora di contraccambiare lo scambio.

E’ sempre positivo per la Banda incontrarsi con altri complessi bandistici per scoprire nuove realtà culturali e musicali, all’insegna dell’amicizia e dello stare insieme in allegria.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now